Adottare un cane senza portarlo a casa

Adottare un cane senza portarlo a casa: se non si possono tenere animali in casa, ma si vuole aiutare chi ha bisogno, ecco come fare!

Home > Animali > Adottare un cane senza portarlo a casa

Adottare un cane senza portarlo a casa è possibile in Italia? Spesso leggiamo di poveri animali abbandonati, che hanno bisogno, oltre che di amore, anche di cure, di cibo, di piccole attenzioni per poter continuare a vivere una vita dignitosa. Se noi non possiamo adottare un cane, possiamo fare molto per aiutare le associazioni che offrono anche adozioni a distanza.

Adottare un cane senza portarlo a casa

Sono molte le associazioni che permettono di adottare un cane a distanza. Il funzionamento è semplice, proprio come avviene con le adozioni a distanza di bambini che vivono lontani da noi e che si possono aiutare con donazioni mensili o annuali che non solo offrono sostegno a loro, ma anche alla loro famiglia e alla loro comunità. Aiutando tutti a crescere.

Ogni mese si dona una cifra che non è mai troppo alta, ma che servirà per garantire cibo, coperte, cure mediche al cane che avete adottato. L’associazione sarà il tramite tra voi e il cucciolo che state sostenendo. Così potrete essere informati su tutto quello che c’è da sapere!

è proprio alla ricerca di genitori a distanza per i cagnoloni che ogni giorno salva dalla strada o da condizioni disumane. Le volontarie sono eccezionali e fanno tutto quello che è in loro potere e anche di più per garantire a ogni anima salvata un futuro degno di questo nome. Perché non aiutarle?

Adottare un cane

Basta un piccolo contributo di 10 euro al mese per fare la differenza e aiutare l’associazione a sostenere spese e cure per un Dogue che è in attesa di una famiglia per sempre. “Adottare un amico a distanza” costa come un caffè al giorno. Del quale possiamo benissimo fare a meno per aiutare chi è in difficoltà.

Non ci vuole poi molto. Basta solo volerlo!